Il 4 febbraio si è conclusa la demo pubblica di Anthem, nuova IP di Bioware che sta generando moltissimo hype e che presto vedrà finalmente la luce.

La demo VIP Mancata

La demo pubblica è quella che sarebbe dovuta essere la VIP, per la quale vi rimando al nostro provato. Dopo lo sciagurato lancio della prova dedicata al preorder sinceramente non avevo grandi aspettative per questa demo pubblica. Devo dire però che mi sono ricreduto. Certo i contenuti sono rimasti i medesimi, ma grazie ad una stabilità complessiva migliore siamo riusciti a provare ed esplorare meglio il gioco nel suo insieme.

Nell’occhio del ciclone

Prima di tutto volevo fare un piccolo elogio a BioWare che ci ha deliziato con una bellissima tempesta. Entrando nel gioco libero infatti ho potuto assistere allo spettacolo in prima persona, e tra le altre cose mi sono beccato un fulmine dritto dritto in testa (grazie BioWare!). Probabilmente con questo tocco di classe gli sviluppatori ci hanno voluto dare un assaggio di quello che ci aspetterà nella release del 22 febbraio.

Anthem
Evento Tempesta della Demo

Anthem e qualche problemino di troppo

Nonostante la stabilità maggiore dei server che ci ha permesso sessioni di gioco prolungate, abbiamo anche riscontrato nuovamente molti problemi di disconnessione o di avvio missione. Avviare una missione in gruppo non è stato sempre possibile a causa dei continui crash. Anche i caricamenti ci sono parsi ancora un po’ sopra le righe ma speriamo che vengano ulteriormente alleggeriti. Nel complesso possiamo dire che rispetto alla demo di fine gennaio le cose sono decisamente migliorate, segno che il team sta lavorando sodo per offrirci un prodotto finito di buona fattura.

Contenuti si ma con moderazione

La questione dei contenuti al lancio in un gioco che si basa principalmente sul grind è piuttosto delicata da affrontare. Sappiamo per certo che all’uscita Anthem potrà contare su diverse e varie attività. Ci sarà una campagna anche se purtroppo non conosciamo ancora dettagli a riguardo. Girando per la mappa in modalità freeplay potremmo partecipare ad eventi globali e a dungeon veri e propri (un po’ come avviene in Destiny) che daranno ricompense randomiche. Avremo la possibilità di fare dei contratti con i vari NPC, che ci assegneranno delle quest più o meno lunghe da portare a termine. Infine ci saranno “solo” tre roccaforti, due delle quali già note grazie ai numerosi gameplay disponibili in rete.

Anthem

Sviluppo nel tempo di Anthem

Nonostante molti possano pensare ad una scarsità di contenuti, io credo che di carne al fuoco almeno inizialmente ce ne sia molta. Ricordiamo che Anthem è un progetto a lungo termine e che questo è solo l’inizio. Arrivare al livello gran maestro tre non sarà sicuramente cosa da poco e porterà via molto tempo; considerando inoltre che gli Strali sono quattro. Con sei livelli di difficoltà le possibilità di loot di armi ed equipaggiamento sempre migliori sarà sicuramente molto elevata. Non mancheranno eventi settimanali e giornalieri con sfide che ne aumenteranno notevolmente la longevità. Secondo quanto riportato da BioWare dovrebbe essere disponibile a breve una sorta di roadmap con l’elenco dei contenuti che verranno rilasciati nel tempo.

Un occhio di riguardo all’ambiente

Come accennato all’inizio la comparsa di una tempesta nel gioco di Anthem conferma le voci, secondo le quali potrebbero venire introdotti nel tempo i cataclismi. Eventi stagionali speciali, dove ci saranno dei veri e propri stravolgimenti del mondo di gioco, un po’ come si è visto per esempio su Fortnite. Successivamente inoltre verranno introdotti anche i Raid.

Anthem
Cataclisma

Conclusione

Personalmente sono molto fiducioso sulla qualità finale del titolo BioWare/EA e quindi spero che il futuro di Anthem sia roseo e longevo. Tutto questo a patto che il supporto degli sviluppatori nel tempo permetterà ai giocatori di vedere oltre l’end game. L’uscita di contenuti aggiuntivi e lo sviluppo costante di nuove attività potrebbe fare di Anthem un nuovo punto di riferimento per questo genere di gioco. Non aspettatevi quindi di trovare un gioco fatto e finito perché non sarà così. Solo il tempo potrà dirci se la strada intrapresa dagli sviluppatori sarà quella giusta o un vicolo cieco. Per quanto mi riguarda aspetterò con impazienza il 22 febbraio per poter ricominciare a solcare i cieli con il mio Strale.

A questo link trovate le altre recensioni.

Anthem è disponibile per PC in offerta su G2A

Author mikydade
Published
Views 116
0

Comments

No Comments

Lascia un commento

Next Match

Next match not found

Twitter

I surprised when saw this pull request, but then realized, that this is for @shitoberfest :) pic.twitter.com/XBjgDmTh8q
New stylish interaction effects available in Visual Portfolio PRO #WordPress plugin visualportfolio.co/pro/ pic.twitter.com/7GG9DUaeNu
Users of our #Jarallax script should update it to the latest version - 1.12.3 It stopped working correctly in Safa… twitter.com/i/web/status/1…