Jump Force, rilasciato per celebrare il 50° anniversario della rivista settimanale Shonen Jump, si caricava sulle spalle l’arduo compito di soddisfare i fan dei manga di più successo della rivista. Un obiettivo ambizioso, ma allo stesso tempo molto rischioso. Forse troppo. Ma andiamo con ordine.

Dubbi all’orizzonte

Ogni qualvolta viene annunciato un titolo Tie-in basato su un film, un manga o un anime, sento sempre un brivido in fondo alla schiena. Nella maggior parte dei casi ci si trova davanti ad opere deludenti, “insipide” e molto spesso realizzate anche male da un punto di vista prettamente tecnico. Esistono ovviamente delle eccezioni: la saga di Naruto Ultimate Ninja Storm (soprattutto il secondo e terzo episodio), One Piece Unlimited Cruise ed i recenti Dragon Ball Xenoverse sono stati molto apprezzati dal pubblico (e dalla critica ndr). Un pubblico che in fondo vuole solo poter rivivere le emozioni provate davanti al fumetto o allo schermo TV in una nuova iterazione videoludica.

I mondi si scontrano

jump force
Uno sguardo veloce al roster..Goku Vs Yu Gi Oh? Non vedo il problema…

La premessa per questo titolo è molto semplice: una forza malvagia, i Venom, sta collegando il nostro mondo con le realtà dei diversi universi Jump. Ovviamente dai portali arriveranno sia i protagonisti, che andranno a costituire la Jump Force, che gli antagonisti, che formeranno un’alleanza con i Venom, per un totale di 42 personaggi. Avremo dalla nostra le loro versioni più recenti: avremo quindi dei Goku e Vegeta con possibilità di trasformarsi in Super Sayan Blue; Sasuke e Naruto nelle loro versioni “eremitiche“; Rufy & Co. in versione “post-time skip”, e così via. Faranno anche la loro comparsa delle guest star che onestamente non mi sarei aspettato, come Ryo Saeba da City Hunter, o Yusuke da Yu Yu Hakusho (opere che solo i più vecchiardi ricordano). I dialoghi fra personaggi provenienti da mondi diversi sono fra le poche chicche di Jump Force!

Umbras di qua ed Umbras di là

Questo cast di eroi “positivi”, si affiancherà al nostro avatar. All’inizio della partita ci verrà data la possibilità di creare un personaggio, tramite un editor molto semplice, ma dalle limitate possibilità. Successivamente dovremo scegliere la “classe”: Sayan, Ninja o Pirata. Questa scelta influenzerà i nostri attacchi di base e la presa (di cui andremo a parlare più avanti).

Jump force
La base Umbras che fungerà da hub centrale

Nella scena introduttiva verremo anche introdotti ai cubi Umbras, i McGuffin di Jump Force. Questi cubi tecnologici ci doneranno il potere di combattere, trasformandoci da semplice essere umano a guerriero Jump. Successivamente ci teletrasporteremo nella nostra base operativa, chiamata base Umbras, nella dimensione Umbras (viva la fantasia!). Questa fungerà da hub centrale: qui potremo acquistare potenziamenti, tecniche ed equipaggiamenti (dal fine unicamente estetico), sfruttare le funzionalità online e soprattutto accettare le missioni principali e secondarie, purtroppo ripetitive in maniera vergognosa. Comunque, nel corso della storia, scopriremo che i cubi Umbras possono controllare la mente e creare copie dei nostri eroi alleati. Intorno a queste due caratteristiche girerà tutto lo sviluppo della trama, abbastanza banale e con forse un solo colpo di scena.

Il sistema di combattimento è intuitivo…

Nei primi minuti del tutorial ci verranno mostrate le basi del combattimento, in realtà molto elementare. Innanzitutto avremo due tasti assegnati agli attacchi normali e attacchi pesanti. Non avremo a disposizione “combo”, ma le catene di colpi si basano unicamente sulla pressione del medesimo tasto, con l’unica possibilità di associare il tasto direzionale “su” e “giù“, per alzare o spingere verso il basso l’avversario. Tenendo premuto il tasto per attaccare, il personaggio caricherà un colpo in grado di spezzare la guardia avversaria, se il tasto viene rilasciato al momento giusto. Ovviamente durante la carica saremo esposti agli attacchi. Avremo poi una presa, in grado di interrompere le mosse speciali durante la loro fase di preparazione, o di superare la guardia del nemico; un tasto per il salto, la parata, lo scatto; la carica della nostra barra di energia, che insieme con un tasto di attacco, permetterà di lanciare le mosse speciali.

… ma troppo superficiale!

Purtroppo però, il combat system presenta delle imperfezioni non da poco. La mancanza delle combo potrebbe infastidire i puristi del genere. Questa scelta potrebbe essere giustificata dal voler rendere accessibile il gioco ad un pubblico più ampio possibile. D’altra parte però alcune scelte sono veramente incomprensibili. Prima di tutto, la parata spezza troppo il ritmo degli scontri. Una volta in posizione di difesa, questa non potrà essere spezzata in nessun modo. Ciò farà si che il vostro avversario passerà la maggior parte del tempo in parata e per poterlo colpire dovrete per forza aspettare una sua distrazione. La presa, che in teoria può superare la difesa, sarà spesso imprecisa, e non colpirà l’avversario, nonostante il contatto fisico fra i due effettivamente avvenga. Altro aspetto negativo sono le mosse speciali risvegliate: troppo veloci da attivare e quasi impossibili da evitare se non si è già in parata prima che vengano eseguite.

Un pizzico di GDR

risceglio
I Leader dei tre Team in modalità Risveglio…Quanta virilità in una sola immagine!

Appena arrivati alla base Umbras, ci verrà chiesto a quale dei tre Team Alpha, Beta e Gamma, con rispettivamente a capo Goku, Rufy e Naruto, affiliarci. Questa scelta andrà ad influenzare le tecniche speciali disponibili all’inizio. Successivamente potremo comunque acquistarne di nuove, per personalizzare ancora di più il nostro avatar. Dopo ogni combattimento guadagneremo esperienza e valuta di gioco, da poter spendere in oggetti estetici, tecniche e modificatori delle tecniche. Sarà infatti possibile associare (e potenziare) degli effetti secondari ai nostri attacchi speciali, come la riduzione della forza o della difesa avversarie. Inoltre, più avanti nel gioco, potremo associare un elemento, come il fuoco ad esempio, alle nostre tecniche. Anche in Jump Force c’è quindi un minimo di preparazione prima di affrontare un combattimento

Gli Scontri

jump force
Team Toryiama Vs Team Oda

I match solitamente coinvolgono 3 personaggi, che condividono la barra dei punti salute, dell’energia (o ki, o chakra, etc) e del “Risveglio”. Con la pressione di uno dei grilletti dorsali potremo chiamare in aiuto uno dei nostri compagni, o switchare il combattente. Ricevendo danni caricheremo la barra del “Risveglio”, che permetterà o di attivare una trasformazione, unica per ogni personaggio, che potenzierà temporaneamente i nostri colpi, o di attivare una mossa speciale risvegliata. Prima di ogni combattimento potremo consumare un oggetto per potenziare una delle nostre caratteristiche (attacco, difesa, salute), per avere la meglio sui nostri avversari.

Il comparto tecnico

Sviluppato con l’Unreal Engine 4, l’aspetto iperrealistico dei personaggi finisce a volte per essere grottesco, con dei Sayan quasi deformati dalla quantità dei loro muscoli, o Cavalieri dello Zodiaco in armature plasticose al livello Lucca Comics. Anche le animazioni facciali lasciano a desiderare, con dei movimenti della bocca che sarebbero stati imbarazzanti anche su Playstation 2. Ed è davvero un peccato, perché invece dal punto di vista della spettacolarità visiva delle tecniche, il titolo rende onore alle opere originali. Insomma, un occasione mancata. A margine di tutto ciò, il gioco propone anche delle funzionalità online, al momento dedicate unicamente allo scontro fra giocatori: il sistema appare stabile, senza infamia e senza lode. Ma il comparto multiplayer subirà delle modifiche con le prossime patch già annunciate.

vegeta
Vegeta, nei suoi pettorali di gomma!

Conclusione

Jump Force è il classico “vorrei ma non posso“. Ed è un peccato. Maggiore cura nei dettagli avrebbe potuto giovare al titolo e dare a noi fan quel picchiaduro che forse ci meritavamo. Certo, gli appassionati potrebbero chiudere un occhio, e godersi il fan service di questo titolo, ma personalmente vi sconsiglio di acquistarlo a prezzo pieno.

E voi cosa ne pensate? Lo avete già acquistato? Vi è piaciuto?
Fatecelo sapere nei commenti! E seguiteci sulla nostra pagina Facebook e Istagram! E rimanete sintonizzati su Respawn Game per altre novità sul mondo dei videogiochi!

Author mikydade
Published
Views 205
0

Comments

No Comments

Lascia un commento

Next Match

Next match not found

Twitter

I surprised when saw this pull request, but then realized, that this is for @shitoberfest :) pic.twitter.com/XBjgDmTh8q
New stylish interaction effects available in Visual Portfolio PRO #WordPress plugin visualportfolio.co/pro/ pic.twitter.com/7GG9DUaeNu
Users of our #Jarallax script should update it to the latest version - 1.12.3 It stopped working correctly in Safa… twitter.com/i/web/status/1…