The Division 2 è uscito da quasi due settimane e noi lo abbiamo giocato cercando di esplorare ogni angolo della Washington vegetale del gioco. Come per Anthem, anche per The Division 2 la recensione vera e propria arriverà dopo circa un mese di provato. In questo modo riusciremo a provare bene sia la parte PvE che PvP.

Un mondo completamente nuovo

Il talento di Massive Entertaiment nel ricreare un mondo spettacolare e dettagliato si riconferma in questo secondo capitolo. La Washington di The Division 2 non è un mero cambio di location, gli sviluppatori si sono impegnati ricreandola nei minimi dettagli. Come se non bastasse in questa incarnazione del videogioco il mondo non è ambientato durante un rigido inverno contornato da bufere di neve. Ci si trova catapultati in un’ambientazione primaverile dove Washington devastata dal virus che ha colpito l’America è stata imprigionata da ogni tipo di rampicanti e piante. Se nel primo l’interazione con le persone incontrate per strada era piuttosto limitata in The Division 2 ci si sente coinvolti veramente nella battaglia della sopravvivenza. A partire dagli eventi casuali come pubbliche esecuzioni da impedire all’aiuto di civili che stanno combattendo contro le fazioni nemiche.

Trailer di lancio per The Division 2

Avamposti

Anche in The Division 2 saremo agenti della Divisione con l’obiettivo di mantenere la pace in città e aiutare gli abitanti a ricostruirla dopo l’epidemia virale. La nostra base operativa sarà la Casa Bianca di Washington, tuttavia non tutto è concentrato al suo interno, almeno inizialmente, come lo era per la Base del primo. Dovremo aiutare i vari NPC specialisti negli avamposti i quali, in seguito, sbloccheranno nuove aree nella Base. Si potranno intraprendere missioni chiamati Progetti con i quali migliorare i suddetti avamposti e quindi guadagnarsi la fiducia dei vari specialisti. Con i Progetti si migliorerà la vita negli insediamenti aggiungendo purificatori per l’acqua, zone giochi per i bambini e altro. Le varie missioni e il processo di avanzamento per sbloccare equipaggiamenti e armi non stanca, anzi è molto ben organizzato e non fine a se stesso.

The Divison 2
Agente davanti la Casa Bianca

Nemici e Gameplay

Nel primo The Division i nemici, soprattutto i boss, erano delle spugne per proiettili con pattern piuttosto limitati. A causa di ciò il gameplay solido veniva molto semplificato e direi un minimo rovinato. In The Division 2 gli sviluppatori di Massive hanno creato nemici più facili da uccidere, ma più intelligenti. Le varie fazioni che ci si troverà ad affrontare useranno ogni mezzo a loro disposizione da granate passando per le armi e le tattiche di aggiramento per uccidervi. Il miglioramento più significativo è stato introdurre una collaborazione ottimamente studiata tra i vari nemici per stanare il giocatore dalla sua copertura. Nel complesso The Division 2 è un gioco più difficile dal primo dato dall’evoluzione dei suoi nemici e la necessità di ragionamento. Non sarà più possibile correre in contro a nemici e boss in gruppo e sparare finchè non cadranno a terra.

The Division 2
Uno scorcio della vegetazione che ha invaso Washington

Missioni

Durante la beta di The Division 2 le tre missioni proposte erano piuttosto simili tra di loro e con la stessa formula. Si entrava in un edificio uccidendo tutti i nemici ed eliminando infine, il boss dell’area. Nel gioco completo, invece, le situazioni variano e non sono legate a questo schema ripetitivo. Inoltre, le ambientazioni come, per esempio, i musei di alcune quest le rendono molto affascinanti. Più volte ci si troverà a fermarsi dopo uno scontro e osservare attentamente il luogo in cui ci si trova. La trama, senza entrare in particolari, continua la storia del primo The Division ed è di nuovo ben articolata e strutturata. Negli ultimi anni gli MMO sono riusciti innalzare il livello qualitativo delle proprie trame.

Gadget

In The Division 2 l’uso di gadget è stato reso più “individuale” rispetto al passato. Sia i vecchi che i nuovi hanno varianti per un utilizzo solo su un alleato o nemico. Le opzioni che comprendono esplosioni, gas ed altro sono limitate ad aree piccole. Un esempio è il drone che può essere usato come una stazione di cura, ma diversamente dal primo capitolo non è ad area e può curare solo una persona alla volta. Questa scelta è, indubbiamente, volta a differenziare ancora di più il gameplay nell’endgame con 3, per ora, diverse specializzazioni.

The Division 2
The Division 2 una delle fazioni del gioco

Tutto il resto

In questo primo articolo su The Division 2 ho voluto concentrarmi sugli aspetti del mondo di gioco e missioni escludendo la parte PvP. Questa decisione è stata fatta semplicemente perchè una prova di appena qualche ora delle Zone Nere e le modalità Conquista e Schermaglia non è sufficiente a darne un giudizio. Tra un mese nella recensione completa si parlerà sia del PvE che il PvP e della bontà del prodotto nella sua interezza.

Conclusione

Finora The Division 2 convince pienamente. Il mondo di gioco è sempre in movimento e immersivo, Washington semi devastata crea l’atmosfera ideale per uno scontro senza regole. Le meccaniche si sono mantenute solide e coinvolgenti, ulteriormente migliorate da nemici più intelligenti e nuovi gadget. La trama del gioco è molto godibile e coerente con il mondo di gioco creato. Nelle situazioni concitate si notano piccoli cali di framerate e alcune scritte in lontanza rimangono sfocate per alcuni secondi. Nulla da temere e che non si possa risolvere con un lavoro di ottimizzazione. Noi continueremo a giocare The Division 2 e voi?

Nella sezione apposita puoi trovare tutte le nostre recensioni. Per rimanere aggiornati seguiteci su Facebook e Instagram!

Author mikydade
Published
Views 120
0

Comments

No Comments

Lascia un commento

Next Match

Next match not found

Twitter

I surprised when saw this pull request, but then realized, that this is for @shitoberfest :) pic.twitter.com/XBjgDmTh8q
New stylish interaction effects available in Visual Portfolio PRO #WordPress plugin visualportfolio.co/pro/ pic.twitter.com/7GG9DUaeNu
Users of our #Jarallax script should update it to the latest version - 1.12.3 It stopped working correctly in Safa… twitter.com/i/web/status/1…